Rosa Queen Elizabeth

Cultura, Speciale, Territorio

Sanremo è conosciuta come la città dei fiori, anche per i tanti garofani e rose che vengono coltivati.  Tra i diversi produttori, la Nino Sanremo ha elaborato una particolare tecnica…

Sanremo è conosciuta come la città dei fiori, anche per i tanti garofani e rose che vengono coltivati. 

Tra i diversi produttori, la Nino Sanremo ha elaborato una particolare tecnica di produzione che rende possibile la riproduzione di una delle rose più belle di tutti i tempi: la Rosa Queen Elizabeth.

La Rosa Queen Elizabeth è stata ibridata nel 1954, dal Dr. Walter Lammerts per Armstrong Nurseries (Ontario, California, USA), in onore dell’incoronazione della Regina Elisabetta avvenuta nel 1952 e da allora è una delle rose più popolari al mondo. 

La Rosa Queen Elizabeth è uno splendido fiore di colore rosa chiaro brillante (10-12 cm) con petali grandi e pieni (da 26 a 40), con il retro più scuro, la forma è esile ed elegante, solitamente riuniti in grandi grappoli (3-15). La piante cresce vigorosa, anche su terreni poveri, su lunghi steli eretti (150-305  cm), robusti, ideali per essere recisi. Ha foglie grandi, robuste, di verde intenso e una leggera fragranza che rendono questa rosa il pacchetto completo e degno di un posto in ogni giardino anche con spazio limitato. 

Tanti i riconoscimenti ricevuti tra cui spicca quello della World Federation of Rose Societies che nel 1979, ha inserito questa varietà nella ristretta collezione delle rose “Hall of Fame” di tutti i tempi.

NINO SANREMO

Era il 1906 e i bisnonni dell’attuale titolare erano dediti alla coltivazione delle rose da taglio. Nel 1917 nasce Giovanni Sartore, detto Nino, che per primo mette i riscaldamento a carbone nelle serre quando ancora non c’era nelle case, la sua compresa. In questo modo riusciva a spuntare dei buoni prezzi perché era l’unico ad avere fiori anche a Natale e poi subito a fine inverno. 

Negli anni ’70 i tre figli, tutti maschi, ereditarono l’azienda e vollero darle il nome del padre unito a quello della città dando così origine al nome dell’azienda come oggi è conosciuta: Nino Sanremo. Nel 1981, Francesco e Rinaldo Sartore, compiono una scelta innovativa e coraggiosa, decidendo di abbandonare la tecnica dell’innesto a favore della riproduzione da talea in vaso.

Da allora le loro piante sono riprodotte, cresciute e vendute nello stesso vaso, con l’indubbio vantaggio

che l’apparato radicale di ognuna di esse non subisce traumi da sradicamento e questo favorisce un perfetto attecchimento durante tutto l’arco dell’anno. 

Una soluzione ideale anche per la Rosa Queen Elizabeth.

Tag: