Si svolgerà a Ventimiglia (IM) a partire da lunedì 24 settembre, nell’area delle mura settentrionali della città romana di Albintimilium, l’XI Campagna di scavo organizzata dall’Istituto Internazionale di Studi Liguri, su concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali tramite la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria.

Gli scavi, iniziati alla fine degli anni ’80 del secolo scorso e ripresi in modo continuativo a partire dal 2002 hanno riportato in vista una consistente parte della cinta muraria non ancora individuata in questo settore della città antica, la parte terminale di un cardine, strada orientata nord/sud, e una porta urbica aperta ai probabili collegamenti con la retrostante Val Nervia, sede di possedimenti agricoli e di agglomerati suburbani, e dell’acquedotto che portava l’acqua in città. Si è individuata inoltre una necropoli di età tardo antica (V-VI sec. d.C.) con tombe di diversa tipologia, in anfora, alla cappuccina, in cassa litica o laterizi, orientate est-ovest, che presentavano ciascuna i resti di almeno due individui.

L’indagine archeologica, che quest’anno intende approfondire l’analisi delle fasi di costruzione e di uso di questo tratto della cinta muraria e la conoscenza della necropoli tardo antica, prosegue l’ormai decennale attività dell’Istituto nel territorio di Albintimilium, attività di ricerca iniziata già negli anni trenta del secolo scorso dal grande archeologo ligure Nino Lamboglia, fondatore dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri, di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita, al cui instancabile lavoro si deve la riscoperta di buona parte della città antica.

Alle indagini archeologiche, dirette “sul campo” dalla dott.ssa Daniela Gandolfi, con la collaborazione di Lorenzo Ansaldo, ricercatore dell’Istituto, di Viviana Pettirossi, dottoranda presso l’Università “Tor Vergata” di Roma, e del dott. Luigi Gambaro, Direttore dell’area archeologica di Albintimilium, prenderanno parte numerosi studenti provenienti dalle principali università italiane (Firenze, Genova, Parma, Pisa, Salerno).

Durante i lavori sarà inoltre attivo un laboratorio per la classificazione, inventariazione e studio dei reperti recuperati dallo scavo e saranno organizzate due giornate di apertura al pubblico per illustrare i risultati delle ricerche.

Per informazioni:

Istituto Internazionale di Studi Liguri

Centro Nino Lamboglia

Via Romana 39 – 18012 Bordighera  IM

Tel. 0184.263601 – Fax 0184.2666421

www.iisl.it – scavi.iisl@gmail.com