Sanremo dopoguerra: la ripresa di un discorso interrotto

Cultura

Renzo Laurano torna dalla guerra con illusioni in meno, ma con una vita sempre più intensamente propria.

Sanremo inizia a cambiare. Non è più quella degli stranieri proprietari di grandi ville, dei loro inverni pieni di impegni culturali e mondani con lo scenario della città accogliente. È invece iniziata la stagione in cui l’inverno è sempre il buon ritiro alla ricerca del caldo sole della Riviera ed in cui l’estate è lo scenario movimentato di un rinnovato vitalismo marinaro.

Renzo Laurano è sempre un personaggio al centro dell’attenzione mondana e culturale Vita di incontri e vita di spiaggia. Laurano, reclutato professore in vari istituti, non dismette i panni del poeta e continua la sua esistenza letteraria in rapporto ad un rinnovato impegno mondano, forse più dimesso e mirato, volto a coltivare vecchie e nuove amicizie.

Non ama sicuramente la nuova città moderna, in crescita tumultuosa, ma si rivolge a vecchie e nuove amicizie: da un lato la dimensione eterna dell’ispirazione femminile, dall’altro quella dei tanti corrispondenti culturali. Il cuore della Cultura italiana scrive all’amico di Sanremo e qui spesso, nella città dei fiori, si ritrova in simpatia: le feste, l’ottima cucina e il sole sono ancora il palcoscenico di questa realtà.

Ritorno a sommario: “Renzo Laureano, pseudonimo di Luigi (Gigetto) Asquasciati (1905-1986)”

Immagini e parole

In questa sezione si intende presentare brani scelti e significativi di Renzo Laurano: da “Chiara...

Le sue raccolte

Le sue raccolte

Chiara ride nel volume Liriche d’oggi di Cesare Meano,Renzo Laurano, Nicola Verzieri, Milano,...