Area Sanremo, il concorso canoro che dal 1997 seleziona una arte dei giovani artisti che saliranno sul palco dell’Ariston per il Festival, diventa Cantiere Sanremo. E Mauro Pagani, storico membro della Pfm e collaboratore di Fabrizio De André, è il nuovo direttore artistico. Il "maestro" è stato nominato dalla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo di cui il noto discografico imperiese Stefano Senardi è il nuovo presidente. Pagani torna dunque a Sanremo con una nuova veste, ancor più vicina alla nascita di nuovi talenti, dopo aver ricoperto il ruolo di direttore musicale delle edizioni 2013 e 2014 del Festival di Sanremo presentato da Fabio Fazio. "Vorrei innanzitutto ringraziare la città di Sanremo per la fiducia e la stima che mi ha dimostrato – dichiara Pagani a Sanremo.it – So che il compito è arduo. Il nostro sogno naturalmente è quello di riuscire a costruire nel tempo il migliore laboratorio musicale possibile, dove si incontrino insegnanti fantastici e dove sia facile ed entusiasmante crescere, imparare e condividere. Dove tutti insieme ci ricordiamo che musica e creatività sono doni meravigliosi che rendono meravigliosa la vita".

Un nuovo corso, quindi, che però non abbandona i risultati ottenuti in questi anni: "Il consolidato non si molla, ma l’obiettivo di Cantiere Sanremo deve essere quello di una presenza musicale tutto l’anno, pensando a un’Accademia che sia aperta 3 o 4 volte l’anno, magari per alcuni giorni, con gli insegnanti che abbiamo in casa, ovvero i maestri della Sinfonica" aggiunge Senardi.

Le novità non finiscono qui. "Abbiamo già qualcosa in mente – ancora Senardi -. Inizieremo in proposito un discorso ampio con Walter Vacchino dell’Ariston e con il Club Tenco, con il quale stiamo lavorando a una particolare serata, in occasione della manifestazione. Entro la fine dell’anno, o nei primi mesi del prossimo, porteremo sicuramente un grande artista a esibirsi in città”. E poi una chicca, una vera e propria anteprima televisiva di Sanremo Giovani: i ragazzi selezionati da Cantiere Sanremo e quelli scelti dalla Rai si esibiranno su Rai Uno, in prima serata, nel periodo che precede il Festival di Sanremo. A breve il bando per le iscrizioni e poi in autunno si partirà per la nuova avventura.