Motori rodati e sale stampa colme oggi, vigilia della partenza ufficiale del Festival di Sanremo 2015, per la conferenza stampa inaugurale dell’evento. Davanti alla platea di giornalisti e fotografi, il direttore artistico e presentatore Carlo Conti ha ribadito la voglia di fare del festival una manifestazione dedicata alla musica, sottolineando la scelta eccezionale di presentare in gara ben 20 big, suddivisi tra la prima e la seconda serata.

Oltre ai cantanti in gara, sono stati annunciati gli ospiti, tra cui spiccano diversi nomi italiani. La prima serata vedrà sul palco Tiziano Ferro, l’attesa reunion di Albano e Romina, gli Imagine Dragons e la comicità di Alessandro Siani, mentre si attendono all’Ariston Biagio Antonacci, Gianna Nannini, e ancora Antonio Conte e Vincenzo Nibali, a rappresentare il mondo dello sport, Giorgio Panariello e Luca e Paolo a portare momenti comici, Giovanni Allevi e Pino Donaggio. Restando sulla musica, originale sarà la performance della PFM con la banda musicale dell’Esercito, in uno speciale ricordo della Prima Guerra Mondiale, e assolutamente da non perdere si annuncia il gruppo super ospite di quest’anno all’insegna degli anni ’80, gli Spandau Ballet.

Conti ha anticipato anche la presenza sul palco, per la prima serata, della famiglia Anania di Catanzaro – famiglia più estesa di Italia con ben 16 figli – e del medico di Emergency Fabrizio Pulvirenti, colpito dal virus ebola e poi guarito, che porterà nella città dei fiori la sua particolare testimonianza.

Annunciato anche l’omaggio a tre artisti cari al Festival e al mondo della canzone italiana recentemente scomparsi: Pino Daniele, Mango e Giorgio Faletti verranno ricordati con una sorpresa durante la prima serata. Un’altra sorpresa, su cui gli autori e lo stesso Conti non hanno voluto sbottonarsi, è che Rocio Munoz Morales potrebbe inaspettatamente tornare a ballare dopo aver appeso le scarpette al chiodo 7 anni fa. Ma, come ha dichiarato la stessa show girl “non so cosa succederà, Sanremo per me è una sorpresa, vorrei lo fosse anche per voi”.