Sono stati 10 milioni e 91 mila, con uno share del 41,67%, i telespettatori fedelissimi che nella seconda serata hanno seguito su Rai1 il Festival di Sanremo. Un soddisfatto direttore Giancarlo Leone comunica alla sala stampa l’incoraggiante dato che fa tirare un sospiro di sollievo a tutto lo staff e scattare l’applauso tra i giornalisti: "le prime due puntate di Sanremo hanno ottenuto uno share medio del 45,6 per cento, la media più alta degli ultimi 10 anni nella storia del Festival". 

In quanto ai target e alle età, questo Festival sembra sempre confermato come il Festival dei "giovani": è ringiovanito il pubblico rispetto alla prima serata (dai 53 anni di media la seconda puntata ha visto un 51,4), le fasce di età tra i 15 e i 24 anni hanno segnato un ascolto più elevato rispetto addirittura al dato medio della puntata. Si tratta della chiave di lettura per questo Festival? "Da questi dati è chiaro che lo yacht inizia ad allargarsi – scherza Conti – ma il dato che mi rende più felice è aver vinto la sfida del mettere le nuove proposte in prime time".

Una cassa di risonanza davvero potente questo festival. Confermano dalla sala stampa che in queste giornate festivaliere sono decuplicati anche gli ascolti di Radio Rai, con una programmazione cucita su misura per questa brulicante settimana: il boom è atteso per sabato, giornata in cui nella piazzetta di Radio2 davanti all’Ariston arriveranno i ragazzi del Radio2 Social Club capitanati da Luca Barbarossa e Neri Marcorè.

Si pensa già al futuro, mirando a una eventuale seconda conduzione da parte di Carlo Conti? I vertici di Rai1 non sembrano aver ancora meditato sul 2016, e lo stesso Conti pensa a pedalare e a portare la nave in porto prima di poterne parlare: "ora finiamo questa impresa, c’è ancora una salita e non voglio pensare ad altro, ne parleremo a tempo debito".