I Negramaro a Sanremo 2024: suoniamo ovunque si possa suonare!

Festival

Giuliano Sangiorgi sventola orgoglioso il premio della sala stampa radio e tv del 2005 nella sala stampa Lucio Dalla al Palafiori di Sanremo, ricordando così l’inizio della straordinaria carriera dei…

Giuliano Sangiorgi sventola orgoglioso il premio della sala stampa radio e tv del 2005 nella sala stampa Lucio Dalla al Palafiori di Sanremo, ricordando così l’inizio della straordinaria carriera dei Negramaro. “Siamo quelli di “Meraviglioso” di Modugno, non saremmo qui se non ci piacesse giocare con la musica”. Eppure “Ricominciamo tutto”, così come recita il titolo del loro album in gara al Festival di Sanremo 2024. “Ogni disco ha rappresentato un momento storico e di vita per noi – spiega il frontman – il nuovo arriva dopo vent’anni celebrati insieme ed è importantissimo”.

La chiamata di Amadeus per il Sanremo 2024 è arrivata durante il tour 2023 negli stadi, come raccontano loro: “è stato uno stimolo di amicizia bella, e quando qualcosa è naturale non c’è nulla di forzato. Così abbiamo detto ok, veniamo a Sanremo con una canzone che sia la nostra visione, non un pezzo fatto necessariamente per un motivo. Il fatto che il brano sia oggi nei primi posti in radio vuol dire che parliamo alla nostra epoca”.

A imperitura memoria “Mentre tutto scorre” fu eliminata ma rimase venti settimane in classifica. “Il giorno dopo la prima esibizione ci siamo svegliati con la notizia del numero uno in radio – aggiungono- non era scontato per noi che siamo un po’del secolo scorso. Avremmo potuto stare a casa e lavorare ai nostri dischi e concerti, ma questo palco è un Festival vero, non si può non vivere come gara. Per noi è come se stessimo suonando in un festival europeo”.
Oltre alla gara e ai numeri, sono le canzoni che contano, ne sono convinti i Negramaro per il loro brano a Sanremo 2024: “ci sembra che questa canzone racconti la nostra visione musicale, il fatto che sia stata ben accolta, con calore, non era scontato”.

Non solo record in radio: con “Ricominciamo tutto” i Negramaro si sono anche aggiudicati il “Premio Lunezia per Sanremo 2024”, dedicato ai testi dei big in gara. “Cerchiamo di portare avanti con coerenza semplicemente quello che siamo. Se il passato crea un bagaglio e un sentiero da seguire, una società così cinica e spietata non ammette perdono rispetto al passato e la nostra canzone diventa allora un piccolo cenno alla socialità, perché ci sono persone che non riescono a tornare pulite nei pensieri degli altri. A volte la sofferenza ti porta a darti da fare, è una questione di approccio, non tutti ci riescono. Essere qui, al di là del brano, può rappresentare un messaggio fortissimo in questo momento: insieme agli altri le difficoltà si superano, noi in sei lo abbiamo fatto e lo facciamo tuttora”.

Ai ragazzi della GenZ, che non vendono dischi ma fanno stream, i Negramaro rispondo con loro stessi: “il nostro approccio è suonare qui con voi sul mare, in cantina… suonare ovunque si possa suonare”.