Questa mattina 25 ragazzi del “Lycée Beaussier” di La Seyne sur Mer (Marsiglia) guidati dal professore Didier Alibert sono stati ospiti dei pescatori imperiesi. L’occasione è stata offerta da un progetto di scambio con il liceo imperiese Amoretti coordinato dalla professoressa Elena Orsini che per l’occasione ha vestito i panni di “promoter” del territorio imperiese. I ragazzi, infatti, sono stati protagonisti di un percorso intenso: lunedì visita di Villa Grock, martedì visita del Museo dell’Olio, oggi visita al Porto Peschereccio e al Parasio, giovedì Museo Navale e venerdì tutti in bici sulla ciclabile.

Quella di oggi è stata una mattinata intensa trascorsa all’infopoint dove ad attendere i ragazzi c’erano Lara Servetti Presidente del Consorzio Porto Peschereccio e Salvatore Pinga, titolare dell’unico ittiturismo galleggiante della provincia. L’interesse dei ragazzi è stato rivolto alle tipologie di pesce più pescato nonché alle normative regionali che disciplinano la pesca turismo e l’ittiturismo, normative che comunque sono già state condivise con il settore della pesca della vicina Francia con cui sono stati realizzati diversi progetti di scambio.

Non poteva poi mancare la passeggiata sul Molo Lungo per visitare i box dei pescatori e vedere da vicino le attrezzature da pesca spiegate dal Comandante del “Salvatore I” Lucio Rametta. La visita si è poi conclusa con un augurio di buon vento ai ragazzi, attenti e interessati.

«L’infopoint e i pescatori sono sempre disponibili per l’attività rivolta alle scuole – è il commento di Lara Servetti – Sebbene oggi la sottoscritta e alcuni pescatori abbiano trascorso diverso tempo a pulire la zona antistante l’infopoint nonché tutte le vetrate imbrattate da ragazzi, fa piacere constatare che la maggior parte dei giovani apprezza questo duro mestiere e le attività che svolgiamo per promuoverlo. Tutto questo fa bene al nostro morale in questo momento di forte difficoltà per il settore della pesca. Abbiamo in programma ad aprile un altro scambio con dei giovani francesi che studiano management e per l’occasione cercheremo di organizzare un evento più strutturato».