Cestino, coltellino e bastone non bastano più per andare a funghi.

Almeno per  i “fungaioli” che presto si troveranno tra i boschi della Valle Stura- Campo Ligure, Masone, Rossiglione di proprietà dei soci del Consorzio Forestale. Motivo? troveranno sulla loro strada una serie di nuovi pannelli con un QR Code, un codice a barre che fotografato con il telefono cellulare o uno smartphone, consentirà di scaricare tutte le informazioni utili ad avventurarsi nel bosco a caccia di porcini, ovuli, colombine.  Dal modo migliore per raccoglierli senza danneggiare il bosco, alla sicurezza.

Sempre attraverso il QR Code i “fungaioli” della Valle Stura potranno inviare un sms di richiesta del tesserino obbligatorio per la raccolta dei funghi per usufruire liberamente dei frutti del bosco, senza ricorrere in sanzioni.

Grazie al  QR Code sarà possibile conoscere le caratteristiche ambientali dei boschi e le attività di manutenzione dei sentieri curate dalle ditte associate.

L’iniziativa è stata realizzata dal Consorzio Forestale Valli Stura ed Orba con lo scopo di sensibilizzare i cittadini  per  contribuire alle “spese” di manutenzione del territorio.

Con lo stesso obiettivo il Consorzio è stato tra i principali promotori dell’associazione “Boscoappennino” tra proprietari di boschi per trasformarli in una vera risorsa, ambientale, sociale ed economica. L’associazione è nata nell’ambito del progetto europeo SylvaMED

L’acquisto del tesserino- costo 8 euro- è un primo esempio di come sia possibile contribuire. Chi raccoglie funghi riconosce anche il valore dei servizi che una buona gestione del bosco garantisce alla collettività, così come stabilisce anche la nuova politica dei PES (Payements for Environmental Services) che l’Unione Europea sta definendo.

L’applicazione sarà presentata in anteprima, domani, martedì 18 settembre, alle 14, alla Loggia di Banchi, a Genova, nell’ambito della  mostra “Tra terra e mare” promossa dalla Regione Liguria dedicata ai progetti europei per la crescita dell’’agricoltura, del pesca, del bosco e dell’entroterra  già realizzati e in fase di completamento e collegata alla Conferenza Regionale dell’agricoltura che venerdì si aprirà a Palazzo della Borsa di Genova. Un rappresentante dell’associazione “Boscoappennino” sarà presente alla Loggia della Mercanzia fino a sabato 22 settembre, dalle 10 alle 17.