La Compagnia della Palma (A Cumpagnia d’a Parmura) organizza sabato 11 agosto nei giardini del Centro  Polivalente ex Chiesa Anglicana (Via Regina Vittoria – Bordighera) una serata con il Prof. Alessandro Carassale, studioso di storia agro-economica, il quale terrà un incontro sul tema “Colture e paesaggi a Bordighera e dintorni tra ‘700 e ‘900” con proiezione di filmati, foto e documenti storici.

La serata è stata organizzata dall’Associazione anche per informare sull’attività portata avanti nel palmeto storico del Vallone Sasso, dove è stato creato un vivaio di palme riproducendo, da dattero, le piantine autoctone del Beodo.

Parmure e parmureli

Con un intento culturale, certo, ma anche con il proponimento dichiarato di dimostrare che si può fare, l’anno scorso è nata la “Cumpagnia d’a Parmura” la quale, come primo atto, ha creato il vivaio del Beodo per dimostrare che la salvaguardia del palmeto può realizzarsi a costi minimi, semplicemente riproducendo da dattero le palme più vecchie, praticamente autoctone. Una scommessa che ha  dato i suoi frutti essendo riusciti ad  ottenere  già un centinaio di “dactilifere” pronte per la piantumazione in terra.

Inoltre creare e mantenere viva una sensibilizzazione verso questo patrimonio ambientale e naturalistico, mai valorizzato da nessuna delle passate amministrazioni; un patrimonio che studiosi botanici e paesaggisti di tutto il mondo ci invidiano e non si capacitano dell’abbandono in cui si è venuto a trovare.

La Compagnia si occupa anche di mantenere viva la cultura dei “Parmureli” ed a questo proposito è in corso, proprio in questo periodo, la legatura delle palme del palmeto storico, seguendo i metodi tradizionali tramandatici dai vecchi “Parmurà”.