Floriseum, il Museo del Fiore di Sanremo

Speciale, Storia, Territorio

Collezioni, mostre e un giardino incantato per raccontare il mondo della floricoltura Floriseum, il Museo del Fiore di Sanremo sorto nel parco di Villa Ormond, è nato per ricordare il…

Collezioni, mostre e un giardino incantato per raccontare il mondo della floricoltura

Floriseum, il Museo del Fiore di Sanremo sorto nel parco di Villa Ormond, è nato per ricordare il legame tra Sanremo e la floricoltura. Floriseum si alterna su due locali che ospitano mostre e attività: la palazzina Winter, sede permanente, e la serra liberty Prediali, padiglione per le esposizioni temporanee.

L’idea di Floriseum nasce dalla donazione che la vedova dell’ibridatore di garofani Ermanno Moro ha fatto al Comune di Sanremo: l’intera collezione di documenti del marito ha costituito il primo nucleo del Museo ed è ora situata al piano superiore della palazzina Winter. Ad accogliere il visitatore, al piano terra, un filmato introduttivo su Sanremo e la tradizione della floricoltura, oltre a un totem multimediale che illustra le specie botaniche del parco di Villa Ormond e ad alcune teche informative sulle attività dei diversi istituti di ricerca che partecipano alle attività del centro.

Floriseum è infatti guidato da un comitato scientifico che si occupa delle mostre e degli eventi, ne fanno parte, tra gli altri, il Comune di Sanremo, dipartimenti e Centri dell’Università di Genova, ma anche l’Istituto Sperimentale per la Floricoltura di Sanremo (CREA-FSO) e l’Istituto Regionale per la Floricoltura (IRF).

Dopo l’inaugurazione primaverile che ha stuzzicato la curiosità dei sanremesi e dei turisti, il 2017 ha visto una mostra sulle rose, una sulle piante succulente, le esposizioni di piante “aliene” non autoctone e di quelle descritte nei romanzi di Emilio Salgari.

Un mondo da scoprire dentro e fuori dai padiglioni, dove si apre il parco di Villa Ormond, tra le 8 new entry dei Grandi Giardini Italiani (120 in totale quelli selezionati dal network nel Belpaese) con le sue specie rare, gli splendidi ficus e i grandi cespugli di ibisco. Botanica ma non solo, a Floriseum: in autunno la collezione Moro dovrebbe essere affiancata anche da una serie di ceste da fiore in canne, utilizzate anticamente per il trasporto e il confezionamento dei fiori, un altro tassello di quella cultura del fiore che ha reso Sanremo famosa nel mondo. 

Alessandra Chiappori

Tag:
Villa Angerer

Villa Angerer

Villa Angerer e l’annesso giardino, un vero gioiello architettonico a pochi passi dal Casinò, sono...

Villa del Sole

Villa del Sole

Il parco di distende all’estrema periferia di Levante di San Remo, ai margini di una proprietà ben...

Villa Nobel

Villa Nobel

La costruzione della villa divenuta poi ultima residenza di Alfred Nobel va situata nel fenomeno...

Villa Ormond

Villa Ormond

Il parco Ormond è forse, dopo i giardini Hanbury, il più entusiasmante spazio botanico di accesso...